Perché si festeggia il 1° Maggio

Le origini della Festa del lavoro. La decisione venne presa a Parigi nel 1889 durante il congresso della Seconda internazionale per ricordare una manifestazione operaia a Chicago del 1° maggio 1886, repressa nel sangue

La Festa del Lavoro, celebrata il primo maggio, venne istituita nel 1889 dal movimento socialista, durante il congresso della Seconda internazionale, in quei giorni riunito a Parigi. L’idea nacque per ricordare un comizio sindacale, tenuto all’ Haymarket Square di Chicago l’1 maggio 1886, funestato dallo scoppio di una bomba che costò la vita ad una decina di presenti e che portò all’impiccagione di 4 dirigenti sindacali. A Parigi venne indetta una grande manifestazione per chiedere alle autorità pubbliche di ridurre la giornata lavorativa a otto ore e si scelse il 1° maggio perché appunto tre anni prima, nel 1886, la manifestazione operaia a Chicago era stata repressa nel sangue. A metà del 1800, infatti, i lavoratori non avevano diritti: lavoravano anche 16 ore al giorno, in pessime condizioni, e spesso morivano sul luogo di lavoro. Il 1° maggio 1886 fu indetto uno sciopero generale in tutti gli Stati Uniti per ridurre la giornata lavorativa a 8 ore. La protesta durò 3 giorni e culminò con una vera e propria battaglia in cui morirono 11 persone. L’iniziativa superò i confini nazionali e divenne il simbolo delle rivendicazioni degli operai che in quegli anni lottavano per avere diritti e condizioni di lavoro migliori. In Italia la festa venne ratificata due anni dopo la decisione di Parigi (nel 1891); durante il ventennio fascista venne anticipata al 21 aprile, per farla coincidere con il Natale di Roma. La data del primo maggio venne poi ristabilita nel 1945, con la caduta del regime.
Il Labor day negli Usa
Nonostante i fatti di Chicago, negli Stati Uniti, a differenza che in Europa, la Festa del Lavoro si celebra in un altro periodo dell’anno. Questo perché la prima giornata dei lavoratori negli Usa sarebbe datata 5 settembre 1882. In quella giornata i Knights of Labor, i cavalieri del lavoro, organizzarono una manifestazione a New York, e due anni dopo stabilirono che la manifestazione si ripetesse ogni anno. Non in primavera, ma il primo lunedì di settembre.

0
CULTURA
  • _________________________________________________

    MONDI A CONFRONTO: Carta e penna contro digitale nel tema di Ginevra Gianassi (3B)

    Comunicare. Un tempo per farlo si scriveva una lettera, oggi si invia un sms o un’e-mail. Ma la domanda è: quale metodo è il migliore? Sinceramente non saprei scegliere. Perché? Semplice, sono due cose completamente diverse. Insomma quale sms può sostituire il profumo inebriante della carta appena tagliata? Quale messaggio vocale può competere con il sentimento che ci coinvolge per… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    IL ROBOT

    di Serena Bertocci, Simona Shen, Ye Xiao Qing, Amin Hamr Erras, Hajar Erraqi Era una brutta giornata di Novembre, pioveva, tirava vento e faceva molto freddo. L’asfalto era bagnato e le macchine erano costrette a rallentare durante le curve della città di Metroburg. Giuly stava viaggiando veloce perché doveva andare a prendere il figlio Tom a scuola. Il semaforo diventò… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    LA STORIA DI UNO SCIENZIATO E DEL SUO ROBOT

    di Amoriello Samanta, Cocchi Camilla, Yang Diego "Cari scienziati, brindiamo al nostro primo robot che siamo riusciti a creare dopo ben 7 anni!" "A Luke!!" gridarono i colleghi scienziati. "Cari colleghi, mi dispiace dovervi lasciare proprio ora, ma devo andare a casa, oggi è stata una giornata pesante per me. Buona serata! A domani!" Disse Erik, il superiore, colui che… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    LA MONACA DI MONZA

    Tutto sulla vita difficile e sofferta della monaca più conosciuta della letteratura italiana INTERVISTA “A CUORE APERTO” ALL'INDOMABILE MONACA DI MONZA “Non intendo sottomettermi alle regole, io” Dopo quattro secoli di silenzio abbiamo avuto la fortuna di intervistare l'autentica “monaca di Monza”, Marianna de Layva. La sua vita problematica e intensa ha fatto sì che la donna diventasse un personaggio… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    RICORDARE IL 25 APRILE

    Oggi siamo ancora liberi di festeggiare il 25 Aprile. Una volta non era così, prima del 1945 il 25 Aprile era un giorno come un altro e negli anni che vanno dal 1922 al 1945 la libertà (in tutte le forme garantite dalla Costituzione del 1948) non era una condizione scontata come oggi.  Ecco, è proprio questa considerazione che si… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    PERCHÈ IL 25 APRILE?

    In questo giorno, nel 1945, i soldati nazisti e fascisti si ritirarono da Torino e Milano La Festa della Liberazione si celebra ogni anno il 25 aprile: è dedicata al ricordo per la fine del nazifascismo, nelle ultime fasi della Seconda guerra mondiale. L’occupazione tedesca e fascista in Italia non terminò in un solo giorno: si considera però il 25… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    MUSICA POPOLARE

    BELLA CIAO Una mattina mi sono svegliato, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! Una mattina mi sono svegliato, e ho trovato l'invasor. O partigiano, portami via, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao! O partigiano, portami via, ché mi sento di morir. E se io muoio da partigiano, o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao,… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    IL 25 APRILE SPIEGATO A BAMBINI E RAGAZZI

    Di Antonio Carioti e Giovanni Angeli - Dal Corriere della Sera del 25 Aprile 2017 Nel 1945 il mondo era in guerra da più di cinque anni. Il Nord dell’Italia era occupato dall’esercito tedesco, che obbediva a un dittatore crudele, Adolf Hitler, che aveva tolto la libertà al suo popolo e faceva uccidere persone innocenti, come gli ebrei, perché le… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

    PRINCIPI FONDAMENTALI PARTE PRIMA. DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI Titolo I. Rapporti civili Titolo II. Rapporti etico-sociali Titolo III. Rapporti economici Titolo IV. Rapporti politici PARTE SECONDA. ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA Titolo I. Il Parlamento Sezione I. Le Camere Sezione II. La formazione delle leggi Titolo II. Il Presidente della Repubblica Titolo III. Il Governo Sezione I. Il Consiglio dei ministri… … continua la lettura

  • _________________________________________________

    CUCINA

    La cucina come espressione di una delle tante forme di cultura. Cucina come forma di valorizzazione di eventi importanti nela vita delle persone. Cucina come traccia della storia, come mezzo di scambio tra i popoli; cuicna come riconoscimento delle origini; cucina come gesto di ospitalità e di amicizia. … continua la lettura